Donne con le CURVE – Dal blog nasce la ’curvy’ rivista 2.0

È appena nato Donne con le CURVE, il primo magazine italiano dedicato al panorama “curvy”. Il progetto si propone di raccontare la moda e la bellezza dal punto di vista delle donne che hanno deciso di fare delle proprie curve un punto di forza e che non vogliono lasciare che a identificarle sia un numero su un cartellino.
Un magazine fresco e frizzante, con un obiettivo ambizioso: veicolare un messaggio positivo e coerente di accettazione e consapevolezza di sé. La redazione, composta dalle più autorevoli curvy blogger italiane e non solo, racconterà con cognizione di causa e competenza di bellezza e moda curvy, di personaggi ed eventi; un occhio attento e puntuale alle novità del settore, condito da grafiche accattivanti e contenuti sempre nuovi.

Abbiamo incontrato l’editrice, Giorgia Marino, editor e autrice del blog Morbida, la vita!. La madre giornalista e compositrice grafica e il nonno tipografo le hanno trasmesso la passione per la carta stampata che, crescendo, ha deciso di declinare in versione 2.0.

Ciao Giorgia, ci spieghi cos’è Donne con le curve e a chi si rivolge?

Donne con le CURVE è l’unica testata italiana che parla di moda e lifestyle rivolgendosi a donne formose, che indossano taglie dalla 46 in su. La nostra lettrice tipo è una donna di età compresa tra i 20 e i 60 anni, perché puntiamo molto anche sulla cosiddetta ‘age diversity’, oltre che sulla ‘size diversity’, che non si riconosce nei modelli di bellezza proposti dalle altre testate e, stanca di pensare che per essere considerata bella debba fare di tutto per somigliare a quei modelli, decide di imparare ad apprezzarsi ed amarsi così com’è. Perché, non mi stancherò mai di ripeterlo: per essere belle e vivere bene non occorre far parte di nessuno stereotipo e rincorrere nessun canone.
Gli inserzionisti ideali per Donne con le CURVE sono quei brand di moda oversize (specie quelli non molto conosciuti) che desiderano entrare in contatto col loro target, che è esattamente identico al nostro.
Ma non solo, perché parliamo di moltissime cose: bellezza (dunque cosmetici), cucina (dunque cibi, accessori, utensili, elettrodomestici), accessori moda… la lista è infinita.

Puoi raccontarci da quali aspetti pratici si parte per creare una rivista?

Innanzitutto bisogna poter contare su un ottimo team, chiaramente, perché senza una redazione e senza tutte le figure professionali necessarie (grafici, social manager, fotografi, make up artist) non si va da nessuna parte. Poi ci sono tutti gli aspetti burocratici, noiosi ma inevitabili. E poi bisogna avere qualcosa da dire, ma per noi non è un problema, anzi: quasi tutta la redazione affrontava già gli stessi argomenti attraverso altri canali di comunicazione! Ci sta a cuore l’argomento e facciamo il possibile per diffondere il verbo.

In base alla tua esperienza è risultata più impegnativa la fase della progettazione o quella della realizzazione?

Devo dire, onestamente, che la realizzazione è più impegnativa di quanto avessi immaginato in fase di progettazione. Ma è meglio così, altrimenti ci annoieremmo, giusto?

Perché avete deciso di realizzare anche una app?

La comunicazione si evolve, bisogna stare al passo. Non avrei mai potuto, da blogger, concepire un progetto che non fosse anche digital. Ed è stata un’ottima idea, perché i lettori della versione digitale sono tantissimi, più degli abbonati a quella cartacea!

Che peso ha secondo te nel successo di un progetto come Donne con le CURVE l’attività di promozione e quali sono a tuo parere i media più adatti per questo tipo di prodotto?

Un peso enorme, impossibile da quantificare. Il progetto piace e interessa a molti, non lo dico perché è ‘figlio mio’. Chiunque scopra dell’iniziativa vuole subito scriverci per complimentarsi, e questo è un segnale chiaro. Trovo assolutamente indispensabile, vitale, fare in modo che più gente possibile venga a sapere dell’esistenza di una testata rivolta a un target così interessante.

Che consigli daresti a chi sta pensando di mettere in piedi un progetto editoriale?

Consiglio di provare a rispondere a una semplicissima domanda: è un’idea nuova? Innovativa? Esiste già, sul mercato, un prodotto simile o addirittura identico?
Se esiste, bisogna chiedersi cosa si ha da offrire che non offra già chiunque altro. Se non esiste, invece, bisogna ignorare chi dice che se non esiste c’è sicuramente una ragione. Non è vero, non dategli retta, è possibile anche che nessuno ci abbia mai pensato o abbia avuto il coraggio di concretizzare la propria idea.

Il numero zero di Donne con le CURVE è stato rilasciato in forma digitale in occasione dell’ultima settimana della Moda di Milano e può essere letto/scaricato dal sito ufficiale. inoltre è possibile sfogliarlo anche in mobilità grazie all’app per Android e iOS.

I commenti sono chiusi