Breve guida all’acquisto di ebook

Secondo il Rapporto AIE sul mercato del libro in Italia nel 2013, il fatturato del mercato del libro continua a scendere, toccando quota -14% rispetto al 2011. Ma in controtendenza rispetto a questo dato negativo ne troviamo due positivi: cresce infatti, anche se di poco, la lettura in Italia e continua ad aumentare la quota di mercato occupata dai libri digitali.
Nel corso del 2012 si sono rivolti al lato elettronico dell’editoria ben 1,6 milioni di italiani. E se ormai anche l’acquisto del vecchio libro cartaceo avviene sempre più online, per l’ebook la scelta del web come libreria d’elezione al momento è semplicemente obbligata.
Per dare a tutti i felici possessori di ebook reader una mappa per orientarsi nel metamorfico e sempre più affollato mondo dei retailer online, abbiamo pensato di proporvi una breve guida ragionata ai siti nei quali è possibile acquistare pagine di bit con cui nutrire i propri scalpitanti dispositivi elettronici.

Gli estore

Per maggiore chiarezza distingueremo innanzitutto gli estore generici, nei quali è possibile acquistare non solo libri, ma anche prodotti di vario tipo. L’esempio più famoso di questa categoria è senz’altro Amazon, nata come libreria online pura, ma rapidamente convertitasi in vero e proprio marketplace. La scelta di ebook è ampia, ma va tenuto presente che l’azienda di Bezos, essendo la produttrice dell’ereader Kindle, ha deciso di limitare la vendita di libri elettronici unicamente all’omonimo formato proprietario. Se non hai un Kindle, quindi, rivolgiti altrove (a meno che tu non voglia infrangere la legge convertendo il formato attraverso degli appositi software). Valida alternativa dello stesso tipo è ibs.it, generalista ma specializzato in libri, offre ebook in formato ePub, il più diffuso e utilizzabile sulla maggior parte dei dispositivi di lettura digitale.

Le librerie online

Vi sono poi le vere e proprie librerie online, che a loro volta possono essere ibride, ossia disporre di cataloghi sia cartacei che digitali, oppure essere ebook store duri e puri, interamente dedicati alla vendita di ebook. Alla prima categoria appartengono i siti di vendita dei principali marchi editoriali, come la Feltrinelliin MondadoriLibreria Rizzoli. Il catalogo, in questi casi, è quasi interamente doppio e non si limita ai libri del solo editore di cui portano il nome. Gli ebook sono spesso disponibili in più formati e comunque fruibili da quasi tutti i dispositivi in commercio (Kindle escluso, ovviamente). Inoltre il sito può proporre anche l’ebook reader a cui la casa editrice ha deciso di legarsi per ampliare la propria offerta digitale, è questo il caso di in Mondadori e la Feltrinelli con il marchio Kobo.

Gli ebook store

Il campo degli ebookstore veri e propri è ampio e in forte espansione. Gli esempi italiani più in vista al momento sono Ultimabooks e BookRepubblic, altrettanto valido ancheEbookizzati. Un sottogruppo di questa categoria è composto dalle librerie online di proprietà dei produttori di ebook reader, come il già citato Kobo o il Reader Store della Sony.

DRM

In ogni caso, al momento dell’acquisto, va tenuta in considerazione la presenza o meno di DRM nell’ebook che abbiamo scelto. I Digital Rights Management nelle pubblicazioni elettroniche possono essere di due tipi: Adobe o social. Il primo tipo impedisce la modifica, la copia o la stampa dell’ebook e ne permette la fruizione solo su un numero limitato di device, previa iscrizione al sito Adobe, ottenimento di un ID personale e installazione del relativo software su PC. Aggirare queste restrizioni è possibile, ma illegale.
I social DRM, invece, non pongono limiti all’utilizzo o alla modifica del file, che può anche essere convertito in un formato differente, ma si limitano all’inserimento dei dati del proprietario al suo interno. Difficili da rimuovere, questi dati dovrebbero scoraggiare il potenziale pirata dalla diffusione illegale del file.

Queste informazioni basilari, seppure sintetiche, speriamo siano sufficienti per permettere a chi ha cominciato da poco a leggere su schermo, o a chi sta pensando di farlo, di trovare la propria strada nel nuovo mondo dei libri elettronici.

I commenti sono chiusi